PUG: le proposte della nostra Pro Loco

4 Ago 2020 - News

PUG: le proposte della nostra Pro Loco

Mercoledì 29 luglio si è tenuto, presso l’aula consiliare del Comune di Squinzano, il secondo incontro riguardante il PUG con la partecipazione delle associazioni, dei tecnici e degli amministratori.

La Pro Loco Casalabate Marina di Squinzano ha partecipato all’incontro illustrando ai presenti una serie di idee e suggerimenti pervenuti presso la sede ad opera degli associati e dei cittadini.

Di seguito gli argomenti portati all’attenzione:

  1. Il Lungomare dovrebbe essere tutto “ISOLA PEDONALE”, allargando cioè la pavimentazione a tutta la stradina che d’estate viene chiusa al traffico automobilistico, creare poi un viale alberato centrale per ombreggiare, andando ad inserire diverse panchine in pietra resistenti alle intemperie, alternate a delle fioriere esteticamente belle da vedere, addobbate con piante fiorifere stagionali, per un bel colpo d’occhio finale.
  2. Spostare naturalmente i furgoncini per il fast food in altra zona, dando così respiro sia alle attività commerciali che persistono in zona, che ai cittadini che escono per passeggiare. La stradina parallela all’isola pedonale da utilizzare solo per i frontisti, mezzi pubblici, mezzi di soccorso, e biciclette, prevedendo per queste ultime ampi parcheggi. Non ha alcun senso far persistere in zona friggitorie varie, gruppi elettrogeni e veder circolare veicoli a motore, che per l’arco di tutta la serata, “nebulizzano” i pedoni con il loro gas di scarico.
  3. Rivalutare la zona centrale della marina, vale a dire quella che va dalla Lega Navale sino al Mar de Plata, con eventuale concessione a qualche imprenditore che voglia insediare un nuovo lido, posizionato però su piattaforme amovibili in ferro e legno.
  4. Rendere fruibile ai cittadini la zona che va dalla Piazzetta Miramare sino al porticciolo a ridosso di Torre Specchiolla, vedendo se con uno studio di fattibilità, si possono impiantare dei pini marittimi, o altre culture arboree idonee e resistenti all’aria marina. Creare quindi una zona ombreggiata, collocandovi all’interno panchine e tavoli in legno trattato per eventuali picnic all’aria aperta, dotando la zona di acqua potabile, e bagni pubblici.
  5. Zona Canuta: gli abitanti, le attività commerciali e turistiche esprimono a gran voce la necessità di ottenere maggiore attenzione, anche in occasione della redazione del PUG. In particolare sia per quanto attiene l’erogazione dei servizi pubblici essenziali (si chiede soprattutto l’acqua potabile), sia l’organizzazione di eventi in tale zona.
  6. Non mancano poi per concludere: una sede distaccata di polizia Municipale, l’istituzione di un parcheggio attrezzato per caravan e roulotte, bagni pubblici, completamento della rete AQP, messa in funzione della rete fognaria, piste ciclabili, piano delle coste.
  7. Non per ultimo, l’Associazione Turistica e di Promozione Sociale “Pro Loco Casalabate Marina di Squinzano, chiede per il periodo estivo una sede, quale punto “Informa Turisti” per promuovere il territorio di Squinzano sul mare.

Questi sono stati i punti trattati nel secondo incontro del PUG di Squinzano e Casalabate.

In questo articolo troverete i dettagli sullo svolgimento del primo incontro e il calendario completo per gli incontri successivi.

Tag:, , ,

2 Risposte

  1. Anna inganna ha detto:

    Buongiorno.
    Innanzitutto chiedo se gli incontri sono aperti al pubblico, perché mi piacerebbe assistere a quelli programmati in settembre.
    Per quanto riguarda il piano di riqualificazione della marina, mi sembra che non ci sia niente di fantascientifico e ritengo veritiero il fatto che le proposte siano scaturite da cittadini che realmente “vivono” Casalabate.
    Alcune sere fa, passeggiando sul lungomare con degli amici venuti a trovarmi dalla Romagna, illustravo le bellezze di Casalabate e, immancabilmente, finivo col dire “ha conosciuto tempi migliori!”.
    Proprio nel tratto Perla-Specchiolla, p.es. da sempre vedo che manca la possibilità di fruire il mare e la sua azione ristoratrice, specialmente per tante persone anziane o disabili.
    A Cesenatico, il comune ha attrezzato una spiaggia libera con degli alberi a forma di ombrellone…i tamarici che, ho scoperto poi, sono gli stessi disseminati lungo la passeggiata e che a quanto pare, sono gli unici in grado di sopravvivere vicino al mare. In ogni caso, penso che ci sia gente più qualificata di me per stabilire la vegetazione più adatta.
    L’altro problema urgentissimo, a mio parere, è quello della rete fognaria.
    NON È DEGNO DI UN PAESE CIVILE vedere girare a tutte le ore i camion autospurgo e vedersi aggredire verbalmente alla richiesta del certificato di smaltimento regolare dei rifiuti.
    Tutte le altre proposte, SONO PROPOSTE FATTIBILI. Se le Amministrazioni comunali che si avvicendano non le realizzano adducendo svariate motivazioni, allora vuol dire che gli elettori, i cittadini squinzanesi non sono sufficientemente incisivi con le loro richieste. Di conseguenza, tristemente concludo, questo è quanto ci meritiamo.
    Anna I.

    1. Mino ha detto:

      Ci fa un enorme piacere che ldi sia d’accordo con le noxtre proposte, niente di fantascentifico, ma proposte indispensabili per cambiare il centro di Casalabate, che dovrebbe essere il biglietti da viaita della nostra marine. Purtroppo le liste delle associazioni, scuole, tecnici e cooperative che possono accedere agli incontri sono state gia compilate seguendo una procedura di accreditamento con PEC presso il comune di Squinzano. Segua i nostri articoli e la nostra Pro Loco per rimanere sempre informata. La aspettiamo, se interessata, a far parte della nostra “piccola grande famiglia”.
      Puo contattare il nostro presidente Mino Patera al 347 5365573.
      Cordiali Saluti
      Lo Staff.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: